30 dic 2009

Lost 3x09/10

Puntate noiose. Nella 09 il Dottore vuol salvare la tipa bionda che gli prepara i toast, si svela il significato e la provenienza dei tatuaggi e si pongono le basi per quello che succederà tra gli Altri: si è sacrificato per gli amici, ha salvato quel figlio di puttana di Benjamin e continua a fare il brav'uomo e l'esemplare dottore senza che gliene ritorni (ancora) granchè. Che succederà con questa Juliet? Io non riesco a fidarmi, ha troppo la faccia da stronza. Nella 10 si dice solo qualcos'altro su Hugo. Stop. Insomma due episodi-pausa che però ridanno l'impressione di presa in giro. I due Sawyer e Kate tornano dall'isoletta e raccontano senza alcun fare drammatico quello che hanno visto e subito e in risposta gli altri sopravvissuti a stento se ne fregano. Ma gli stessi Sawyer e Kate non hanno chiesto nulla al ragazzo che hanno salvato riguardo praticamente TUTTO. Anche se qualcosa è uscito fuori, direi che... sarebbe stato troppo facile.
Perciò la regola del telefilm è: nessuno deve disperarsi, nessuno deve urlare "ma cosa sta succedendo?? non riesco più a stare qui" e via dicendo. Come quella ridicola per cui Claire e il figlio non sono mai entrati nel bunker per viverci: hanno fatto passare come motivo il suono dell'allarme che avrebbe potuto infastidire il bambino...
In generale cmq il gioco inizia a farsi piuttosto ingarbugliato. Spero solo che non diventi prolisso che di misteri ce ne sono e non serve crearne ancora tanti di più. (Eh, ma c'è ancora poco più della metà della terza e tutta la quarta e quinta stagione..! Mi faccio gli auguri per una veloce guarigione)

23 dic 2009

Lost 2x24


Devo stare attento a quello che scrivo perchè è davvero imprudente buttare giù due-tre opinioni senza accorgersi che dopo la 23 c'è una puntata nascosta che hanno intitolato "Si muore da soli", che avrei dovuto vedere prima di scrivere questo.

Succede qualcosa di MICIDIALE. È la puntata che ti esplode davanti agli occhi. Credi di averne viste di ottime finora e invece, e invece no. Si cambia di nuovo location; col Dottore, Kate e Sawyer si inizia a giocar finalmente pesante; Locke aveva ragione, anche se ha creduto di vedere bene nella canna del fucile sbagliato; Desmond è l'illuminazione, un inconsapevole mad doctor; Michael resta sempre un gran son of a bitch. Resta da capire: perchè gli Altri sono alla ricerca di ragazzini e perchè non restano sorpresi dall'esplosione magnetica e perchè non si preoccupano della sequenza di numeri e cosa cercano nei sopravvissuti ?

Visti e rivisti...

...in due mesi circa senza aver postato una sola parola a riguardo.

alien (con spoiler)
ieri sera. Cos'è un astronave e cos'è lo spazio profondo: un pò quando ti fermi da solo con la macchina guasta nel mezzo della notte su una stretta strada provinciale tra le colline.
Il finale è da commedia alla Denny DeVito: lui è l'ex-marito cacciato di casa qualche anno prima con una difficile e drastica causa di separazione, lei una donna che vuole rifarsi una vita cercando un altro marito meno violento. Lei è solita dare feste a cui invita amici, amiche, amici di amici. Una di queste sere la scorta di bottiglie di vino e di whisky finisce improvvisamente, così alcuni tra loro vengono mandati a prenderne qualcuna a casa di altri. Sulla strada incontrano un tizio che dice di essere un loro vecchio amico, loro si convincono di averlo riconosciuto così al ritorno lo portano con sè alla festa. Cosa succede.. che nemmeno lei sa chi sia, ma si preoccupa poco perchè tanto i frizzi e lazzi non dureranno ancora per molto. Oh, uno non se l'aspettava davvero: il tizio con giacchetta figa ma sprucida, fatto salire in macchina poco prima, inizia a bere forte e a romper bottiglie vuote ferendo qualcuno lì dentro. Chi va via di corsa, chi resta a terra tenendosi una mano sulle ferite nel braccio e nella gamba, alla fine il tizio sembra essersi stancato ma lei dopo aver chiamato il 911 (ma chi vuoi che venga se nello Spazio nessuno ti sente??), per precauzione, si chiude nella depandance del giardino. Poco attenta, troppo scossa, nella depandance ritrova il tizio. Cazzo, non si può star tranquilli nemmeno in giardino e poi questo qua che ne sa come si entra qui dentro: non può che essere l'ex-marito. Lui. Lui è ritornato nascondendosi sotto falsi abiti, è ritornato per un'ultima scopata. Ma lei lo caccia di nuovo di casa con un calcio in culo.
Ma insomma... paragonando il finale di Alien a quello di 2001 cosa c'è da dire? Che entrambi dopo un lungo percorso (in linea retta o in tondo) finiscono in una stanza (o una sorta di) dove avviene un contatto intimo: uno dei due spiccherà un volo, non per forza rigenerante.

22 dic 2009

Lost 2x23

Finale di stagione non del tutto soddisfacente.
Desmond ritorna a sorpresa ma su una barca a vela, la sua, che aveva lasciato lontano dal bunker senza dir niente agli sceneggiatori. Oltre ad essere il Desmond di Obladì Obladà, si rivela anche un moderno e perfetto Ulisse utilissimo alla storia per darle, spero, dei risvolti più accattivanti. Con l'inspiegabile morte di un personaggio fortissimo come Ana Lucia (chissà come la faranno resuscitare, se la faranno..) è andato via un ottimo motivo per attendere lo scontro tra i sopravvissuti e gli Altri. L'identità di Libby si arricchisce di altri particolari senza però rendermi ancora davvero interessato. L'idea di Sayid il torturatore di arrivare al campeggio degli Altri via mare è anche buona ma non si spiega perchè sia partito solo con la coppia coreana: si tratta di un appoggio al gruppo (di traditi) via terra o solo di perlustrazione per un successivo attacco?
La cosa che però non mi è scesa è la reazione repressa dei traditi al piano "senza altra scelta" di Michael: ha ucciso due donne, ha fatto scappare il prigioniero, pretende che venga aiutato a salvare sto cazzo di Walt... in pratica nessuno dei sopravvissuti si rende conto che stanno dando ascolto ad un uomo ossessionato da una ricerca che in confronto a tutto il resto è quasi nulla, e non lo picchiano neanche un pò. Non che intenda insegnare qualcosa agli sceneneggiatori, ma credo che avrebbero dato più senso alla storia di Walt se l'avessero collegata meglio a quella del figlio di Claire: non era il momento per Claire di raccontare i suoi ricordi del periodo in cui è stata rapita? Tenendo ancora in serbo queste informazioni, il gruppo continua a procedere a tentoni: il dottore è ormai smarrito e accetta di farsi condurre fino agli Altri senza dir niente ai compagni e senza dare un senso a tutto questo.

Lost è costruito su queste secche, su una sorta di vuoti di memoria, incoerenze logiche che prolungano la storia evitando sempre di più le scene madri che restano tali solo per una massimo due persone ma mai per l'intero gruppo, dando così sempre l'impressione che sia avvenuto poco e niente finora. O meglio, tutto avviene su più piani (credo tre) di soluzione della trama. Ad esempio in questo episodio c'è il ritorno di Desmond che costituisce la sorpresa perchè aprirà a nuove informazioni della stagione successiva; c'è la trappola di Michael (la suspance) che viene innescata a metà e che ci si aspetta di sviluppi ribaltandosi con una sorpresa nel prossimo epidosio (ma immagino che verrà ritardato di due puntate); c'è il conflitto spirituale tra Locke e Mr. Echo sul senso di quello che sta avvenendo sull'isola, insomma la linea narrativa più estesa e più interessante; poi tante altre cose che si intrecciano e danno inizio ad altri sviluppi misteriosi, svelando il meccanismo non più dell'isola ma delle persone che ci camminano sopra.

20 dic 2009

Recap. LOST

Dunque... è un pò che non vedo nuove puntate di Lost perchè ho intenzione di far passare del tempo dall'ultima, la 2x20 - Due per la strada, che mi è sembrata quella più importante dell'ultimo quarto della seconda stagione: il punto a cui si è arrivati è la sorpresa che diciamo non ti aspetti Michael, senza Walt (toh!) per allungare ancora di più la storia, i casini, le rivelazioni, con un momento shock che peggio non si poteva. Sarà passata più di una settimana ormai, e riprendo a questo punto mentre faccio un certo sunto.

Ovvio che la seconda stagione è decisamente più pregrante della prima (fuggita via dalle dita a gran fatica, cioè senza dire chissà cosa) per via dell'affollamento di personaggi (e che personaggi) e per via dell'ostaggio che funge da sottile minaccia psicologica. Ed è infatti con lui che casca tutto. Il tizio svela lentamente allo spettatore quanto il gruppo di sopravvissuti sia diventato debole, malleabile, che agisce sulla difensiva verso gli Altri che ancora non comprendono (con i quali credono di aver stipulato un patto per il rispetto dei confini territoriali), e verso se stessi, perchè tutti più o meno serbano informazioni che hanno appreso e che non intendono diffondere. Bravi.
Il dottore, sempre meno fattore unificante come era fino a qualche episodio prima (non lo è più con se stesso, figurarsi con il resto), è in conflitto con Locke, e Locke è in tragico conflitto con le proprie certezze, le sagge certezze di una volta...
Ma sarebbe opera di pazienza e grande dedizione dare conto adesso di tutto quello che è accaduto, intendo le parti più importanti, e non è di certo mia predisposizione naturale fare il lavoro che un gruppo di wikipedisti avrebbe dovuto fare e che appunto non ha fatto nella pagina degli episodi.

C'ho da dire però che mi dispiace tanto per Locke. Usato e gettato via dal padre per due volte, non solo resta ferito alle gambe (di nuovo) ma tutta la bonaria, ferma, salda funzione di guida spirituale viene minata dalle parole della pulce in ostaggio: "Io ero diretto qui John, stavo venendo qui per te". Lo spettatore-me che finora ha visto diverse cose come la sopravvivenza su un'isola, la scoperta di una missione probabile fine-di-mondo, il tentivo fallito di allontanarsi dall'isola, il confronto con altri sopravvissuti che stanno ai primi come una loro versione notevolmente più scafata e aggressiva, il primo confronto con nuovi Altri che possono attaccarli in qualsiasi momento, lo spettatore-me insomma dopo questa progressione arriva ad assaggiare l'amaro sapore di un veleno. La soglia di attenzione si è abbassata, il veleno inizia a circolare nel sangue, è un virus che il computer ha già contribuito a diffondere in Michael. Qualcosa insomma si insinua nella mente.

14 dic 2009

un certo presidente del consiglio è stato ferito


Shoccante? Storico?
Due domeniche prima di Natale succede quello che si può vedere qui sopra.
Ciò che manca è la foto della miniatura del Duomo riversa sul manto stradale, persa tra i piedi della security che l'avrà calpestata e fracassata ancora di più: avremmo voluto vedere anche il terzo elemento insomma, l'oggetto, indispensabile per la mitologia che verrà. Prendiamo ad esempio il proiettile che attentò al Papa nel 1981, adesso è incastonato in una corona; o all'opposto il calcinaccio che avrebbe, secondo una teoria, deviato il proiettile di Placanica su Carlo Giuliani nel 2001. Manca il Duometto.
Squallido cinismo. Bleah.

Piuttosto: questa cosa che è avvenuta non ha nulla di drammatico, nessuno si è allarmato, anzi per una settimana in tv i politici hanno evidenziato & nascosto ulteriormente l'evidente insofferenza del Paese per loro stessi. Perciò (penso) se tutti hanno fatto finta di allarmarsi prevenendo e sedando derive pericolose, il fatto non è accaduto. O meglio, voglio dire che ciò che è accaduto non è grave perchè di conseguenze politiche non ce ne sono e di cause politiche non sono state rilevate (se non un richiamo di Napolitano). Il tizio che ha gettato la minuatura è uno psicolabile. Archiviamo dunque. Lui tornerà in Parlamento forse rafforzato chissà quanto, ma certamente tutto sarà più o meno come prima.

Segnalo cmq due testi per uscire da questo post. L'uno letto su Carmilla, è breve ed è simpatico, il due su nazione indiana che riflette sul linguaggio del web e di Leviatano mettendo in cima questa immagine che per me dice qualcosa di più shoccante della realtà.


Dice che Con Pochi Capelli e Bianchi è il nome del mio universo parallelo preferito.